107 milioni per le donne dei Grandi Laghi

62

RDC – Kinshasa. 01/07/14. La Banca Mondiale ha deciso di prestare107 milioni dollari ai tre paesi dei Grandi Laghi: la Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Burundi e per affrontare la violenza sessuale contro le donne. Fonte Afrik.com

A dirlo in un comunicato stampa la Banca Mondiale che ha approvato il pagamento di 107 milioni dollari giovedì.
Questi fondi serviranno per il supporto psicologico, sanitario e di assistenza economica ai superstiti di “sessuale o di genere”, dice l’istituto in una nota. Secondo la Banca Mondiale, il progetto fornirà aiuto e sostegno a 640.000 donne, oltre la metà dei quali vive nella Repubblica democratica del Congo, dove la violenza sessuale è diffusa laddove c’è in corso il conflitto tra l’esercito e i gruppi ribelli nella parte orientale. 107 milioni, di cui 74 andranno al RDC-dovrebbe servire soprattutto per migliorare in questi tre paesi servizi e centri sanitari che sono spesso la “destinazione principale” per le vittime di violenza sessuale. Secondo le Nazioni Unite, 3.635 persone, tra cui una stragrande maggioranza di donne sono state vittime di violenza sessuale nella Repubblica democratica del Congo tra il gennaio 2010 e dicembre 2013. «Lavoreremo senza sosta per migliorare la vita delle donne e delle ragazze, compresa la sicurezza, salute e il futuro sono stati tragicamente compromessa», ha detto Makhtar Diop, vicepresidente della Banca Mondiale per l’Africa.