Gorilla e petrolio

44

REPUBBLICDA DEMOCRATICA DELCONGO – Virunga 20/04/2014. Nel parco nazionale di Virunga, a est della Rdc, si combatte per salvaguardare flora e fauna dagli attacchi fatti da chi vuole sfruttare il petrolio della zona.

Emmanuel de Merode , direttore del Parco Nazionale Virunga nella provincia del Nord Kivu, è l’ultima vittima. Il parco di 800mila ettari ospita le favolose riserve di petrolio di Ituri, che ha scatenato l’interesse di tutte le compagnie. Ma il caso non è semplice per il governo congolese, in bilico tra la possibilità di guadagnare miliardi grazie ai proventi del petrolio e il suo dovere di proteggere le 2.000 specie vegetali e più di 200 specie animali , tra cui 200 gorilla di montagna che risiedono nel parco.
Il governo sembra aver scelto: i contratti tra il governo e la britannica Soco e la francese Total sono stati sospesi.
Secondo il quotidiano congolese Le Phare, la decisione di sospendere l’esplorazione di petrolio nella riserva naturale , è legata a un report che dimostra gli effetti negativi dello sviluppo dell’estrazione del petrolio sulla fauna e la flora di questo sito.
Il più antico parco dell’Africa, il Parco Nazionale del Virunga è stato fondato nel 1925 ed è un Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco dal 1979. È la più grande zona di biodiversità in Africa , e uno di quattro solo i parchi con i gorilla di montagna al mondo.