Zona cuscinetto a Rafah: IS attacca l’Egitto

60

EGITTO – Rafah 29/10/2014. L’esercito egiziano crea una zona cuscinetto al confine con la Striscia di Gaza facendo evacuare la popolazione forzosamente e distruggendo le abitazioni.

La zona cuscinetto è tesa a «proteggere la sicurezza nazionale egiziana» e per evitare che il Sinai diventi un trampolino di lancio per la jihad in Palestina, da quel lato, o per lo meno impedisca di effettuare operazioni lungo il confine. Per l’Islamic State Agency, «Israele è il beneficiario primo e ultimo dello spostamento del popolo del Sinai (…) la deportazione dei civili equivale a una dichiarazione di guerra da parte dello Stato egiziano, alle tre tribù del Sinai (da sud a nord: Tarabin – Sawarka – Armelat)» e lo stato egiziano nel pagherò tutte le conseguenze riporta l’agenzia dello Stato Islamico.