Putin licenzia funzionari

53

RUSSIA – Mosca. 03/06/16. Giro di vite nell’ambito del Ministero degli interni russo. Ieri, il presidente, Vladimir Putin ha destituito una serie alti funzionari incaricati dell’applicazione della legge. Il decreto è stato pubblicato sul portale ufficiale del Ministero degli Interni.

Tra i nomi più significativi: il capo del Dipartimento degli Affari Interni, Polizia per la Metropolitana di Mosca il generale Igor Bozhkov e il capo della Polizia, Alexander Lebedev. Altri nomi illustri che dovranno lasciare la poltrona: il capo del dipartimento per le attività delle società del Ministero degli Interni, il generale Ivan Birnik, il capo del Ministero dell’Interno nella regione di Tomsk, il capo della polizia della regione, il generale Igor Mitrofanov, il capo del Ministero dell’Interno e della regione di Omsk, il capo della polizia locale, generale, Yuri Tomczak Aviation. Nel mese di aprile, Putin aveva silurato il presidente del servizio di migrazione della Russia e del Servizio federale dell’antidroga. Questi licenziamenti sono in linea, secondo quanto riferito dalla stampa locale, con la riorganizzazione e conseguente riduzione dei dipendenti,al Ministero degli Interni del Servizio federale di migrazione e il Servizio di controllo della droga federale. Secondo il dipartimento antidroga, il dipartimento perderà metà del personale in forza all’antidroga.