L’Airbus 380 della discordia

58

EAU- Di Abu Dhabi. 21/03/15. La Etihad Airways ha firmato un accordo per un finanziamento che possa coprire l’intero costo di un aereo, con gli investitori coreani.

Si tratta di Airbus A380 superjumbo valutati con un prezzo di listino di 428 milioni dollari. Il finanziamento proviene da un gruppo di investitori istituzionali coreani ed è strutturato a 15 anni, cedola fissa full-payout lease, Etihad ha detto, senza precisare il costo del finanziamento o di fornire ulteriori dettagli sugli investitori. Il full-payout lease coinvolge l’aereo in fase di registrazione come un bene da parte della compagnia aerea, al contrario di un leasing operativo, dove non lo è. Quest’ultimo è generalmente a breve termine.
Le banche di solito finanziano solo il 85 per cento del costo di un aereo di aderire a rischiare limiti di esposizione, quindi il fatto che a Etihad è stato assicurato il 100 per cento di finanziamento del debito rende l’affare unico e dimostra la fiducia degli investitori nella compagnia aerea. Il modo in cui Etihad finanzia i suoi piani di espansione della flotta è molto controllata dagli altri vettori che accusano la compagnia di ricevere aiuti di stato. Il Chief Executive Etihad, James Hogan rispondendo alle accuse di aver avuto finanziamenti pubblici ha detto che questa non è la prima volta che un vettore degli Emirati Arabi Uniti si è difeso contro le accuse di prendere sussidi governativi. Fin dall’inizio, Etihad ha raccolto più di 10,5 miliardi dollari da oltre 70 istituzioni finanziarie e locatori per finanziare la sua flotta di aerei e motori.
Anche se le banche del Golfo stanno giocando un ruolo determinante finanziando il boom del trasporto aereo della regione, secondo i dati Airbus e fonti industriali, l’accordo coreano mostra che i finanziatori fuori della regione sono disposti ad intensificare gli sforzi. Il finanziamento per l’A380 è stato organizzato dal finanziere aviazione londinese Magi Partners e collaboratori coreani Youjee Partner.
Etihad ha altri otto A380 in ordine con un totale portafoglio ordini Airbus valore di 28,6 miliardi dollari a prezzo di listino.
Per differenziare la propria offerta A380 da altri vettori che operano il superjumbo, ha preso di mira il mercato di fascia alta con una suite di tre stanze in cielo che dispone di un maggiordomo e un cuoco in volo. La compagnia aerea, ha registrato un aumento del 23 per cento dei passeggeri nel 2014, ha anche gli ordini significativi con Boeing. Nella sua ultima ondata tardi nel 2013, il vettore piazzato ordini per 56 Jet Boeing per un valore di 25,2 miliardi dollari.