A breve nessun intervento in Libia

106

LIBIA – Tripoli 12/05/2014. Il nuovo premier libico preclude la possibilità di un intervento internazionale in Libia.

In un’intervista del 12 maggio, sul canale televisivo Libya Al- Ahrar, Ahmed Maitigue ha detto: «Non credo che allo stato attuale, la comunità internazionale intenda intervenire in Libia». Ha poi aggiunto :«Intraprenderemo» una serie di «contatti con tutte le parti per discutere del futuro», ribadendo che l’intervento in Libia resta inaccettabile. Ha aggiunto, inoltre, che la questione della sicurezza richiede una gestione integrata delle frontiere in cui i gruppi che sono allocati nella parte meridionale stanno lavorando insieme agli organi di sicurezza per incrementare l’efficenza del sistema di sicurezza. La Libia non controlla pienamente il territorio libico, ha riconosciuto, indicando la necessità della presenza di forze di polizia libiche nei punti più lontani del territorio nazionale che deve essere potenziati in modo che il cittadino senta di esser e protetto dall’autorità dello Stato. Il delegato della Libia alle Nazioni Unite, Ibrahim Dabbachi, aveva sostenuto il 9 maggio un intervento limitato sul territorio libico per dare la caccia agli assassini dell’ambasciatore degli Stati Uniti, un a presenza da non considerare una invasione del paese o una sua destabilizzazione.