Portogallo merita sostegno UE

38

PORTOGALLO – Lisbona. Il Portogallo merita il sostegno dell’Eurogruppo – a dirlo è il primo ministro finlandese, Jyrki Katainen oggi a Lisbona, sottolineando che crede nel “futuro” del Paese. Il Portogallo in questi giorni è sotto i riflettori del mondo per la bocciatura da parte della Corte Costituzionale portoghese del piano di tagli al bilancio imposto dall’Unione europea BCE e FMI per accedere al piano di aiuti.

A Dublino, Mario Draghi ha detto in conferenza stampa, dove si tiene il summit informale   ECOFIN che la BCE sta riflettendo sul fatto che le banche europee non prestano più soldi alle banche per tre i timori principali: difficoltà a finanziarsi, mancanza di capitale nelle banche, paura che i clienti non restituiscano i fondi. E se al primo timore c’è una soluzione, già adottata dalla BCE, per la seconda e la terza preoccupazione la Banca Centrale al momento non ha strumenti per intervenire. Banche che sono fulcro e collo di bottiglia della ripresa economica europea. Senza prestiti le imprese non possono investire, senza investimenti non c’è ripresa. E Paesi come il Portogallo rischiano di finire sotto il peso della speculazione finanziaria.