Porto mobile made in Russia

40

RUSSIA – Mosca 09/08/2014. La società statale russa Rostec è in procinto di lanciare una porto marino mobile, in cui diverse aziende provenienti dalle nazioni Brics hanno espresso interesse. 

«Compas sta lanciando sul mercato un suo progetto, un porto marino multifunzionale, che può essere adattato per qualsiasi costa nel giro di un mese. Nessuno al mondo possiede simili progetti», si legge nel comunicato della società rilasciato l’8 agosto.
La struttura è realizzata con pontili e pontoni galleggianti e comprende tutte le infrastrutture necessarie per il suo funzionamento, compresi i sistemi di monitoraggio, di comunicazione e di alimentazione indipendente. Il costo del porto mobile è diverse volte inferiore a quello di uno stazionario, perché questo progetto può far rientrare prima l’investimento pagare più rapidamente, Rostec detto.
“Il complesso portuale mobile ha superato tutti i test necessari. Una serie di società di paesi Brics [Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa] hanno espresso interesse per il progetto. Oggi, i paesi africani e latino-americani sono molto interessati ad ampliare le relazioni commerciali economiche estere» si legge nel comunicato Rostec che riprende le parole dell’amministratore delegato Compas Vladimir Maslyuk.
Il porto è dotata di controllo dei danni, protezione antincendio e sistemi di pompaggio dell’acqua. Può essere usato in acque dolci e saline con una profondità da 2 a 100 metri in condizioni meteomarine medie, con un altezza d’onda di 1,5 metri. Il porto può gestire un dislivello del mare di 6 metri tra alte e basse maree.