POLONIA. Nuova agenzia Cyber intelligence per Varsavia

56

Il governo polacco creerà una divisione per il crimine informatico

Il primo ministro Mateusz Morawiecki ritiene che la Polonia debba adattare i suoi servizi di sicurezza alle moderne minacce cibernetiche.

«È giunto il momento di creare un servizio che risponda ai cyberattacchi. Creeremo anche un fondo per la sicurezza informatica», ha annunciato la scorsa settimana il premier Mateusz Morawiecki. L’Ufficio centrale per la lotta contro la criminalità informatica sarà fondato il 1° gennaio 2022.

Morawiecki ha ricordato che solo un paio di settimane fa un gruppo di hacker, molto probabilmente vicino alla Russia, ha attaccato molte aziende e ha chiesto 70 milioni di dollari di riscatto. Il premier ha sottolineato che la società ha a che fare con una rete di criminalità molto organizzata e internazionale. «Il crimine informatico è una piaga del 21° secolo che minaccia le istituzioni statali, i cittadini, le aziende e gli imprenditori nella loro vita quotidiana”, ha aggiunto.

Morawiecki ha spiegato che per contrastare queste minacce informatiche, il governo polacco ha deciso di istituire un servizio speciale destinato ad occuparsi di questi affari, oltre ad altri servizi che hanno già tenuto d’occhio il problema.

Il ministro dell’Interno Mariusz Kamiński ha dichiarato che il progetto di legge per la creazione dell’Ufficio centrale per la lotta contro la criminalità informatica è stato preparato in collaborazione con la sede della polizia polacca. Il nuovo ufficio dovrebbe essere il nuovo marchio della polizia polacca. Kamiński ha spiegato che c’è un numero insufficiente di ufficiali e personale che attualmente lavora nella lotta alla criminalità informatica in Polonia: «Abbiamo bisogno di un’azione di svolta e di un serio investimento nella nostra sicurezza. Tale investimento sarà l’istituzione di un nuovo servizio ben organizzato», ha detto.

Il Ministro ha anche dichiarato che l’ufficio è destinato ad essere un servizio molto moderno composto principalmente da nuovi agenti di polizia. L’ufficio utilizzerà anche i metodi più moderni e avanzati del lavoro operativo della polizia, come la provocazione della polizia e gli acquisti controllati.

Inoltre, secondo la Cancelleria del primo Ministro, sarà creato nel 2021 un fondo per la sicurezza informatica destinato a finanziare la nuova iniziativa di lotta contro la criminalità informatica prima dell’istituzione dell’Ufficio centrale per la lotta contro la criminalità informatica: «C’è una corsa agli armamenti tra la polizia e i criminali informatici. Chi raggiunge e impara i metodi più nuovi avrà il vantaggio. Il governo vuole che la polizia abbia gli strumenti necessari e le migliori soluzioni e competenze per combattere la criminalità informatica», ha detto Morawiecki.

Lucia Giannini