POLONIA. I soldati USA lasciano la Germania e vanno a Varsavia

418

In seguito all’ordine dato dal presidente Donald Trump di far lasciare la Germania a 9.500 soldati statunitensi entro settembre 2020, il primo Ministro polacco, Mateusz Morawiecki, ha espresso la speranza che parte di questi vengano trasferiti in Polonia per rafforzare il fianco orientale della Nato: «I colloqui sono in corso, si svolgono al di fuori delle luci della ribalta. Faremo un annuncio al momento opportuno, ma sarebbe una spinta per tutta la Nato», ha detto il premier polacco.

Morawiecki ha aggiunto che la Polonia ha dimostrato di essere un membro forte dell’Alleanza, il che potrebbe favorire il rafforzamento del contingente Usa in Polonia, riporta Polskie Radio 24. Quattro anni fa, c’erano solo 500 soldati americani nel paese. Attualmente, il numero si avvicina ai 5.000. «Poiché la vera minaccia si annida dietro il nostro confine orientale, il trasferimento delle truppe americane verso il fianco orientale garantirebbe una maggiore sicurezza per tutta l’Europa», ha sottolineato Mateusz Morawiecki.

Il primo Ministro polacco ha fatto in modo che la decisione di trasferimento non abbia un impatto negativo sulle relazioni tra Polonia e Germania: «Penso che la Germania capisca che la situazione geopolitica sta cambiando e che tutta la parte orientale della Nato ha bisogno di essere rafforzata», ha spiegato Mateusz Morawiecki, aggiungendo che il costo delle truppe aggiuntive sarà condiviso da Stati Uniti e Polonia. Il trasferimento, infatti, ridurrebbe il numero delle truppe americane in Germania a 25.000, da 34.500 a 25.000. «I piani mostrano ancora una volta che l’amministrazione Trump sta trascurando un compito di leadership elementare: il coinvolgimento dei partner dell’alleanza nei processi decisionali», ha detto Johann Wadephul, portavoce della politica estera del gruppo parlamentare Cdu-Csu, riporta Reuters.

Finora la Casa Bianca non ha confermato le informazioni sul potenziale trasferimento delle truppe statunitensi dalla Germania alla Polonia. John Ullyot, Senior Director for Strategic Communications del Consiglio di Sicurezza Nazionale, ha affermato:«Al momento non ci sono annunci, tuttavia il Presidente Trump, in qualità di Comandante in Capo dell’Esercito degli Stati Uniti, valuta costantemente il posizionamento ottimale delle truppe statunitensi in tutto il mondo. Gli Stati Uniti sono fedeli agli accordi di cooperazione con gli alleati più stretti, come la Germania, in materia di sicurezza comune e in tutte le altre questioni importanti». 

Secondo Reuters, parte delle truppe a cui era stato ordinato di lasciare la Germania sarebbero state trasferite in altri paesi alleati, tra cui la Polonia, e il resto sarebbe tornato a casa. Il Pentagono non ha confermato questa notizia.

Maddalena Ingroia