Operazione antiterrorismo a Istanbul

0

TURCHIA – Istanbul 02/10/2015. L’anti-terrorismo della polizia di Istanbul il 2 ottobre ha lanciato un’operazione che ha portato all’arresto di sospettati in 28 distretti della città, e che ha portato al fermo di quattro vertici distrettuali del Partito Democratico Popolare (Hdp).

Sono state sequestrate, riportano il quotidiano Daily Sabah e il canale televisivo Haber 7, numerose armi. I 44 fermati, sospettati di essere membri del Pkk, sono stati arrestati nei distretti di Istanbul: Beşiktaş, Sisli, Eyüp e Beylikdüzü, Sultangazi, Bağcılar, Esenyurt e Başakşehir. Anche se il Pkk e il Hdp non hanno ufficialmente i legami, il primo sostiene il secondo. Il vice presidente del Hdp, Abdullah Zeydan, riporta il quotidiano turco, aveva fatto dichiarazioni provocatorie e minacciato la Turchia alla fine di luglio, dicendo che il Pkk ha il potere di «soffocare la Turchia con un solo sputo». Già il 7 settembre la sicurezza turca aveva arrestato nove persone, tra cui il deputato Hdp Şafak Özanlı, per favoreggiamento del Pkk. Il Pkk starebbe utilizzando un “stile politico” nuovo, usando la forza contro i simboli dello stato e dell’Akp, e minacciando la popolazione nelle regioni curde situate nelle province orientali della Turchia, al fine di influenzare l’elettorato a scegliere l’Hdp. Il governo turco ha intensificato le sue operazioni antiterrorismo a seguito dei recenti attacchi effettuati dal Pkk, arrestando oltre 2.500 persone in Turchia.