Pirata informatico ruba 4 milioni di dollari australiani a clienti McDonald di Perth

72

Carte clonate ad ignari clienti del McDonald di Perth, Australia, hanno fruttato ad un uomo canadese di 29 anni, Navaneeth Ponnambalam, 4milioni dollari australiani.  Purtroppo per lui la truffa è stata scoperta e il giudice gli ha inflitto 8 anni di carcere.  I truffati, tutti cittadini del Western Australia, sono 4.500, mentre ammontano a 220 i conti svuotati.

Il reato risale al 2009. Il meccanismo di furto definito dal giudice Bruce Goetze, «di sofisticata criminalità» consisteva nel clonare il PIN dei clienti mentre consumavano nei locali McDonald, inviare i codici per registrarli su carte di credito in bianco, in questo modo chiunque entrava in possesso delle nuove carte di credito poteva svuotare i conti dei mal capitati. Ponnambalam nato in Sri Lanka, ma residente in Canada, non era nuovo a questo genere di reati. In Canada, prima del fermo in Australia, aveva trascorso tre mesi in carcere per frode ed era in libertà provvisoria per presunta frode con carta di credito. L’uomo, il mese scorso, è stato condannato ad un risarcimento di 400 mila dollari australiani.

Per saperne di più, http://www.news.com.au/national/canadian-jailed-over-4m-mcdonalds-scam/story-e6frfkvr-1226308558853#ixzz1pwVKj1w4