PETROLIO. L’india tratta sul prezzo

37

La società indiana di raffinazione del petrolio Bharat Petroleum Corp (BPCL) ha deciso di abbandonare ulteriori contratti con la Federazione Russa per l’importazione del greggio Sokol e preferisce ora l’Ural. 

Secondo Reuters, al momento non ci sono offerte per il petrolio Sokol e anche il mercato dell’Ural è diventato teso; BPCL ha problemi ad acquistare il petrolio russo Sokol a causa della mancata verifica dei pagamenti da parte delle banche intermediarie a causa delle sanzioni.

Il greggio Ural, la miscela di punta delle esportazioni russe spedita dai suoi porti occidentali, viene in gran parte spedito in Asia a causa dell’embargo dell’Unione Europea sul petrolio russo, con l’India che emerge come uno dei principali acquirenti di greggio russo.

In precedenza, il capo della BPCL, S. Khan, a margine dell’evento India Energy Week a Goa, ha osservato che la società non intende abbandonare il petrolio russo, ma stipulerà contratti con eventuali fornitori a seconda dei vantaggi finanziari della transazione. Insomma se il prezzo si abbassa allora probabilmente gli indiani avranno dei ripensamenti. 

Non ci sono stati problemi con l’approvvigionamento di petrolio russo nonostante gli attacchi continui degli Houthi yemeniti nel Mar Rosso. Il 26 gennaio 2024, Reuters ha riferito che a causa delle sanzioni americane, la Russia non poteva vendere 10 milioni di barili di petrolio Sokol Secondo l’agenzia, le petroliere sono rimaste nel porto sudcoreano di Yeosu per diverse settimane.

Il 7 febbraio 2024 si è saputo che la prima delle petroliere bloccate con petrolio Sokol del progetto Sakhalin-1 era stata scaricata nel porto indiano di Vadinar. I terminali della Indian Oil Corp. si trovano nel porto di Vadinar, e ad un terminale che rifornisce la raffineria Vadinar, di proprietà di Nayara Energy Limited, di cui Rosneft possiede una partecipazione del 49,13%.

Inizialmente, la petroliera era diretta al porto di Paradip, nello stato. Odisha, sulla costa orientale dell’India, dove si trova il terminal che serve la raffineria di petrolio Paradip di proprietà della Indian Oil Corp.

Lucia Giannini

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/