Attrazione turistica Perù

67

PERÙ- Lima. 26/06/16. Il Ministero per il Commercio estero e il ministro del Turismo Magali Silva hanno rivelato il 18 giugno i dati sull’andamento del turismo in Perù.

A quanto si apprende gli stranieri arrivati nella regione sono in crescita. Il Perù ha accolto un totale di 276,086 turisti stranieri nel mese di aprile 2016, con un incremento del 5,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel corso del primo periodo di quattro mesi, il maggior numero di turisti proviene da:  Cile (6,6%), Stati Uniti (10,4%), Ecuador (12,1%), Colombia (14,5%) e Costa Rica (35,8%). Insieme, questi paesi hanno rappresentato il 79,4% del totale degli arrivi turistici internazionali in Perù con un flusso positivo di 60,535 visitatori durante il primo periodo di quattro mesi. Silva ha sottolineato l’aumento degli arrivi uruguaiani, per un totale di più di 6.000 da gennaio ad aprile 2016, un aumento del 26,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ha anche riferito  che gli arrivi dalla zona del Pacifico Alliance hanno registrato una crescita cumulativa del 7,5% nel periodo analizzato, con la Colombia (14,6%), a seguire; Cile (6,6%) e Messico (6,1%). I paesi dell’Alleanza Pacifica hanno rappresentato il 38,4% degli arrivi internazionali totali a seguito di iniziative di promozione intraprese da queste nazioni, il cui obiettivo principale è sviluppare il mercato interregionale e lunga distanza, con particolare attenzione in Cina. Mentre più basso è il numero di turisti stranieri europei

(5.114) hanno contribuito al 15% delle visite totali. La maggior parte dei turisti provenienti da Paesi Bassi (18.85), l’Italia (7,6%), il Regno Unito (6,2%) e Francia (3,7%). Per quanto riguarda la regione Asia e Oceania, la Cina ha visto la maggiore crescita come sorgente di turisti al 38,3%, seguita da Hong Kong (32,7%), Taiwan (27,8%) e Australia (6,8%).