Accordo di libero scambio tra Lima e Mosca

73

PERÚ – Lima 19/6/13. Il ministro peruviano del Commercio Estero, Jose Luis Silva, ha concluso il lavoro preliminare dell’accordo di libero scambio con la Russia su cui stava lavorando da febbraio 2013. Silva ha annunciato che l’accordo di libero scambio potrà essere esteso ad alcuni ex membri dell’Unione Sovietica.

Il ministro avrebbe coinvolto anche i membri della Comunità degli Stati Indipendenti, secondo fonti peruviane, per migliorare le relazioni economiche con la Russia. Se adottato, l’accordo di libero scambio coinvolgerebbe anche Bielorussia, Ucraina, Moldavia e Tajikistan. Silva deve ancora ricevere risposte dalle nazioni Csi, ma questo accordo di libero scambio, ritiene il governo peruviano, potrà essere un passo avanti positivo per il Paese. Contribuirà a diversificare i suoi mercati e permetterà a Lima di vendere prodotti agricoli direttamente ai membri Csi firmatari. Attualmente, molti prodotti agricoli, come il mango, sono venduti attraverso intermediari in Olanda.

Secondo il ministero degli Esteri russo, il commercio tra Russia e Perù è arrivato a 726 milioni di dollari nel 2012 e dispone di un notevole potenziale di ulteriore crescita.