2030: via la fame dal Perù

91

PERU’ – Lima, 16/10/2015. Durante la Giornata mondiale dell’alimentazione, il rappresentante Fao in Perù, John Preissing, ha evidenziato che il Perù è uno dei primi paesi in America Latina che supererà lo spettro della fame entro il 2030.

«In Fao siamo convinti che in 15 anni, entro il 2030, saremo in grado di superare la fame in America Latina e il Perù sarà un leader di questo processo, sarà uno dei primi paesi ad arrivarci», ha detto Preissing.

Il rappresentante Fao, ha detto che la chiave per centrare l’obiettivo “fame zero” è quello di promuovere la produzione agricola. Il processo di superamento della fame in Perù si riflette in tassi decrescenti di malnutrizione: «Sappiamo che il tasso di malnutrizione è stato ridotto dal 2000 ad oggi, dal 32 al 7,5 per cento, un notevole progresso», ha osservato Preissing, che poi ha detto che il settore agricolo, quinoa, amaranto, Canihua e altre produzioni hanno contribuito a ridurre il livello di cibo di scarsa qualità in Perù.

Nella presentazione dellaEstrategia Nacional de Agricultura Familiar (Enaf) tenutasi il 16 ottobre, sono stati illustrati i diversi risultati e progressi effettuati, oltre che illustrare l’approccio di nuove opzioni e gli obiettivi per combattere la fame, la malnutrizione e la povertà nel paese.