La Bolivia conquista una fetta di coste peruviane

50

Perù e Bolivia hanno firmato un accordo, il primo ottobre, per rilanciare l’attività economica ai sensi della Convenzione Ilo, che permetterà al paese dell’altopiano di avere accesso al Pacifico per le sue esportazioni vitali.

Attraverso uno scambio di note diplomatiche, i due paesi ha aggiunto precisazioni al protocollo complementare della Convenzione Ilo, 1992, firmato nell’ottobre 2010, in materia di: aggiornamento e regolazione di tutte le disposizioni del protocollo di Ilo alle norme nazionali in materia di zone franche e promuovere gli investimenti. Adesso le precisazioni devono avere il nullaosta del Congresso. Le note sono state firmate dal Ministri degli Esteri Rafael Roncagliolo, Perù, e David Choquehuanca, Bolivia. L’ex presidente peruviano Alan Garcia e presidente della Bolivia Evo Morales hanno sigillato il patto nel porto di Ilo, nel sud del Perù, nel 2010, l’accordo prevedeva l’espansione di un accordo firmato nel 1992 con cui il Perù, che cedeva un area industriale e commerciale con sbocco sul mare alla Bolivia. Precisamente l’accordo  del 1992, prevedeva che il Perù cedesse alla Bolivia una fascia costiera situata diciassette chilometri da Ilo, tra i dipartimenti meridionali di Moquegua e Tacna, l’ultima delle quali confina con il Cile. Il patto ha la durata di 99 anni e può essere rinnovato. Inoltre il Perù ha concesso una superficie di 163,5 ettari, zona industriale Ilo per il commercio con l’estero.