Incidente ambientale nell’Amazzonia peruviana

49

PERU’ – Lima 05/02/2016. L’unione delle comunità amazzoniche peruviane intende presentare una denuncia contro la compagnia petrolifera statale Petroperu per una fuoriuscita di greggio causata da una perdita nell’oleodotto.

L’Organizaciòn Regional de los Pueblos Indegenas dela Amazonia Norte del Perù, Orpian, depositerà la denuncia presso l’Organismo de Evaluación y Fiscalización Ambiental, Oefa, relativo alla mancanza di lavori di manutenzione nell’oleodotto del Perù del Nord e all’incapacità di rispondere in modo tempestivo per bloccare la perdita. L’incidente è avvenuto il 25 gennaio a circa tre chilometri dal fiume Chiriaco a Villa Hermosa, un comune nella regione peruviana meridionale di Amazonas. Il presidente Orpian, Edwin Montenegro, ha denunciato, dopo una ispezione, che circa 2.000 barili di greggio erano fuoriusciti. La delegazione ha trovato greggio per quattro chilometri nel torrente Inayo, che sfocia nel Chiriaco, e ha scoperto una abbondante moria di fauna ittica.
«Il danno è enorme, perché l’acqua dell’Inayo è utilizzata per l’agricoltura e c’è il rischio che la perdita si diffonda ulteriormente se piovesse nella zona», ha detto Montenegro ripreso da Efe.
Petroperu riparato il gasdotto il 28 gennaio, tre giorni dopo la perdita, ha annunciato Oefa. L’agenzia governativa ha detto che la fuoriuscita ha danneggiato le colture di cacao vicine alla perdita per una lunghezza di 3,5 km del fiume Inayo, contaminando entrambe le sponde del corso d’acqua.
Gli ispettori Oefa hanno poi confermato che circa 200 barili di greggio e 400 sacchi pieni di vegetazione contaminata sono stati raccolti. Petroperu ha detto che «l’idrocarburo non ha colpito alcun fiume o corso d’acqua nella zona, essendo totalmente contenuta la perdita».
Per Petorperu, la perdita era stata innescata da uno smottamento di terra, perché il terreno in quella zona umida è molto ripido e soggetto a fenomeni di saturazione da acqua piovana.