Pechino, l’alta velocità cambierà il volto delle città cinesi

24

STATI UNITI. – Washington D.C., la Banca Mondiale in un documento intitolato High-Speed Rail, Economia regionale, sta valutando l’impatto dello sviluppo urbano in Cina. E se da un lato vi è un crescente consenso sul fatto che che gli investimenti principali nei mezzi di trasporto possono avere un impatto significativo dall’altro, è oramai dimostrato che la tradizionale analisi costi-benefici non è più sufficiente a motivare le scelte dei governatori locali e a quantificare i reali costi sopportati dalle città per l’acquisto, progettazione, implementazione dei mezzi pubblici.

Le convenzionali valutazioni economiche degli investimenti in importanti infrastrutture di trasporto tendono a concentrarsi sui costi diretti e dei benefici derivanti da un viaggio, tra cui il risparmio di tempo per i viaggiatori, riduzione dei costi per gli operatori, e riduzioni in aspetti come l’inquinamento atmosferico, il rumore e gli incidenti ma da soli non bastano. Oggi sono determinanti anche l’impatto numerico delle persone che arrivano in città, e il tempo impiegato per andare e tornare dal luogo di origine. 

In Cina, per esempio, il programma di alta velocità ferroviaria sta cambiando la dinamica del mondo di spostarsi, con più persone che viaggiano in treno ad alta velocità rispetto all’utilizzo dell’aereo e l’impatto sull’urbe è notevole. La Banca Mondiale ha sostenuto entrambi gli studi econometrici e on-the-ground indagini che cominciano a identificare e quantificare tali impatti nel contesto del programma ferroviario ad alta velocità del paese emergente. La Banca Mondiale ha così iniziato a pilotare una metodologia per valutare i benefici in termini di sviluppo economico dovuti all’implementazione dell’alta velocità. A quanto pare agevolare lo spostamento degli individui diventa vantaggioso sia per le imprese che per gli stessi individui.

Gerald Ollivier, specialista senior trasporti della Banca Mondiale sta lavorando sul programma sull’alta velocità in Cina e ha detto: «Se si guarda il caso di Zhengzhou, la linea aperta il 26 dicembre che collega (Km 2.298) Pechino a Guangzhou, in passato su questa linea si impiegavano tre ore in treno e si poteva arrivare solo fino a Anyang, Xinxiang e Handan fino a raggiungere Zhengzhou, oggi, con l’apertura della nuova linea ad alta velocità, il numero di utenti si è impennato a 28 milioni di persone provenienti da otto città. Visto e e considerato che in un giorno si potrà andare e tornare molte più persone saranno attirate ad andare a Pechino o a Zhengzhou. L’impatto in termini di scambi economici, l’accessibilità, e gli incrementi di produttività dovrebbero essere significativi, e si estendono oltre il risparmio di trasporto tradizionali. L’ampiezza e la portata del programma ferroviario ad alta velocità cinese offrono un’opportunità unica per cercare di misurare l’impatto del trasporto nell’urbanizzazione delle città».