Pechino appoggia piano Annan per la Siria

51

Lunedì 26 marzo, La Cina si è detta favorevole a sostenere gli sforzi di Kofi Annan per risolvere la crisi siriana, nell’imminenza di una visito dell’inviato speciale che ha lo scopo di formalizzare un cessate il fuoco tra le parti.

Annan si recherà a Pechino il 27 marzo per ragguagliare la leadership cinese sulle sue proposte, dopo essere stato in Russia, dove il presidente Medvedev gli ha garantito il pieno appoggio di Mosca.  Il piano di Annan prevede un cessate il fuoco in Siria, con l’uscita delle truppe fedeli a Damasco dalle città ribelli, in maniera da garantire l’apertura di una fase di transizione pacifica verso un sistema democratico. Insieme alla Russia, Pechino aveva mostrato ampio scetticismo sulle misure condotte dall’Onu fino a questo momento. Secondo a gran parte degli analisti il governo cinese, mentre afferma di voler dialogare per risolvere la crisi siriana, si opporrà sempre ad un intervento militare diretto o un cambiamento di regime che non parta direttamente dal popolo siriano. È per questo che Pechino potrebbe essere interessata al piano di Annan.