I buchi del Canale di Panama

83


PANAMA – Panama City 24/09/2015. L’Autorità del Canale di Panama, o Acp, conferma aprile 2016 come data di inizio per l’apertura del raddoppio della via d’acqua nonostante siano la conferma di notizie su problemi relativi a perdite nelle chiuse.

Secondo quanto pubblicato dall’agenzia Efe, Acp starebbe aspettando che il consorzio Gupc, guidato dalla spagnola Sacyr Vallehermoso, consegni una relazione sulle infiltrazioni che potrebbero tradursi in un ritardo nei lavori di raddoppio. Il 21 agosto, Acp aveva preso atto delle perdite su una
delle pareti delle nuove chiuse sul lato Pacifico dopo che le foto erano state pubblicate sui social media. Il 23 settembre, il quotidiano panamense La Prensa riportava le parole dell’Ad Gupc, Giuseppe Quarta, secondo cui il consorzio «sta valutando se le riparazioni delle perdite … causeranno un ritardo nella consegna del progetto e nella sua apertura commerciale», il Gupc, aveva aggiunto era «in contatto permanente con i paesi Acp. Stiamo discutendo tutto ciò che è avvenuto e quello che andremo a fare. L’Acp è perfettamente consapevole di tutto ciò che sta accadendo». Attraverso gli 80 chilometri del Canale, sotto il controllo degli Stati Uniti dal 1904 fino al 31 dicembre 1999, passa circa il 6 per cento del commercio globale; nel 2007 è stato varato il progetto di raddoppio del canale per navi “Post-Panamax”, tre volte più grandi di quelle che il canale attualmente può gestire.