Operazione anti talebani in Pakistan

88

PAKISTAN – Islamabad 24/04/2014. Caccia pakistani hanno bombardato presunti nascondigli dei militanti vicino al confine afgano il 24 aprile in risposta ad una serie di attacchi in tutto il paese.

Lo ha comunicato l’esercito pachistano, annunciando la prima operazione aerea contro gli insorti talebani in due mesi. L’operazione è stata effettuata nonostante gli sforzi da parte del governo Sharif per coinvolgere i talebani pachistani nelle trattative per porre fine ad una insurrezione che cerca da anni di rovesciare il governo di Islamabad. «Covi terroristici sono stati bombardati dai caccia nel Khyber» si legge nel comunicato diffuso ai media. Nel comunicato di dice che si tratta di una risposta ad una serie di recenti attacchi contro la polizia e i civili a Islamabad e Peshawar. L’operazione rende noto la difesa di Islamabad è ancora in corso. «Dopo l’operazione aerea, le forze di terra pachistane hanno lanciato una serie di operazioni nella zona», si legge nel comunicato. Almeno 15 militanti sarebbero stati uccisi, ma non ci sono ancora conferme ufficiali. A metà aprile, i talebani pakistani hanno formalmente concluso un cessate il fuoco di 40 giorni, ma i tentativi di riprendere i colloqui sono comunque continuati. I rappresentanti di entrambe le parti, infatti, si erano incontrati a Islamabad il 22 aprile, accettando di dar vita ad un nuovo giro di consultazioni per trovare un compromesso utile a convincere i talebani a deporre le armi.