3 morti e 35 feriti a Karachi

45

PAKISTAN – Karachi. 5/4/13. Almeno tre persone sono state uccise e altre 35 ferite in due esplosioni che hanno colpito sedi del partito Muttahida Quami Movement di (Mqm) nel quartiere di Azizabad, nel sud della città portuale pakistana di Karachi.

Gli attacchi contro i partiti politici sono aumentati mano a mano che ci si avvicina alle prossime elezioni generali del paese, in programma, l’11 maggio. Principali obiettivi delle esplosioni sono stati Mqm, Anp e Ppp,. formazioni che hanno governato insieme il paese fino allo scioglimento dell’Assemblea il 17 marzo scorso.

Fino ad ora, oltre 70 persone sono state uccise e circa 350 ferite nella ondata di attacchi contro candidati alle elezioni, uffici di partito e comizi politici in tutto il paese a partire dall’inizio ufficiale della campagna elettorale avvenuto l’11 aprile.

Haider Abbas Rizvi, leader di Mqm, partito liberale con base a Karachi, ha detto che sconosciuti hanno messo una bomba fuori dell’ ufficio elettorale e poi l’hanno fatta esplodere con un comando a distanza.

Rizvi ha poi detto che la seconda bomba è stata fatta esplodere venti minuti più tardi, quando polizia, residenti e truppe paramilitari erano arrivate sul luogo dell’esplosione per prestare soccorso alle vittime della prima esplosione.

La prima bomba era stata collocata su un lato della strada, mentre la seconda era stata fissata su una bicicletta lasciata vicino all’ufficio elettorale. Poco dopo le esplosioni,  Tehrik-e-Taliban ha rivendicato l’attentato.

Altaf Hussain, presidente del Mqm, ha condannato l’esplosione e ha annunciato una giornata di lutto a Karachi per il 5 maggio, come manifestazione di solidarietà alle vittime dell’esplosione. Al lutto parteciperanno tutte le attività commerciali di Karachi, come ha annunciato Ateeq Mir, presidente dell’associazione commercianti della città.

Il presidente Asif Ali Zardari ha condannato gli attentati manifestando solidarietà alle vittime.