Il Pakistan esplode

45

PAKISTAN – Quetta 24/4/13. Un attentatore suicida si è fatto saltare ed ha ucciso sei persone e ferito molte altre, nella città di Quetta, nel Balochistan, il 24 aprile.

Obiettivo, secondo la polizia pachistana, era un importante leader di etnia Hazara, una delle minoranze del Pakistan. Questo attentato è rientrato in una serie combinata di attentati che hanno scosso la città,  capitale della provincia, nella stessa giornata. A questi hanno fatto seguito, il giorno dopo, altri due attentati dinamitardi: uno contro una stazione di polizia e uno contro un ospedale privato.

Inoltre, otto esplosioni sono state registrate in tre delle province del Pakistan tra il 23 e il 24 aprile. Oltre alle due esplosioni di Quetta, una bomba ha ucciso almeno cinque persone in un ufficio del Movimento Muttahida Qaumi a Karachi nella tarda notte del 23 aprile, un’esplosione nei pressi della casa di un leader del partito un popolare del Pakistan a Peshawar ha ferito tre persone (24 aprile) , e due bombe sono state fatte esplodere al passaggio di un corteo di candidati alle elezioni nella città di Dera Ismail Khan, nella provincia di  Khyber-Pakhtunkhwa. Non sono stati segnalati feriti.