Più oro per l’Uzbekistan

253

UZBEKISTAN – Tashkent 07/10/2013. Il complesso minerario e metallurgico di Almalyk (Ammc), nella regione di Tashkent, ha deciso lo sviluppo del sito Uzun della miniera di Kochbulak prima del previsto.

Nel quadro del progetto di ammodernamento è stata prevista e realizzata una moderna cabina di trasformazione del valore di 9,5 milioni di dollari assieme all’acquisto delle attrezzature necessarie (escavatori, bulldozer, caricatore automatici, locomotive elettriche, impianti di perforazione e compressori, macchine da carico, apparecchiature elettriche e di ventilazione e di attrezzature per la stazione di pompaggio). Il progetto è stato finanziato con fondi interni di Ammc. La produttività del sito sarà di 40mila tonnellate di minerale all’anno; di cui circa 25mila tonnellate, in opere sotterranee, e le restanti15mila tonnellate, per i lavori minerari di risalita. Il termine di esistenza del sito è stimato in sei anni. Secondo Ammc, l’operatività dei nuovi siti consentirà di compensare le capacità in diminuzione di Kochbulak, mantenendo, nel contempo, la produzione d’oro ai livelli attuali per i prossimi sei anni. Nel 2003, Ammc ha vinto la gara d’appalto per lo sviluppo di Kyzyl Olma e dei depositi d’oro di Kochbulak, con riserve d’oro previste in 300 tonnellate. Il progetto prevedeva la ristrutturazione delle miniere esistenti. Nel 2007, Ammc ha completato la ricostruzione a Kyzyl Olma e Kochbulakl, nel distretto di Tashkent per un valore complessivo di 49,4 milioni dollari. Anche questo progetto è stato finanziato con fondi propri. Il Complesso prevede di intensificare la propria attività per l’apertura di nuove miniere, la costruzione di capacità, nonché il recupero dell’impianto di Angren tra il 2011 e il 2015. Il tutto in linea con il programma di ammodernamento della produzione aurifera, adottato per mantenere le capacità al livello attuale, attualmente, Ammc è impegnata anche nella costruzione di Samarchuk sotterranea miniera d’oro sulla base della vigente Kyzyl Olma minerale con capacità fino a 200mila tonnellate l’anno, situato nella regione di Tashkent e vale 78,1 milioni dollari. Ammc prevede anche la costruzione di una nuova miniera sotterranea a Kairagach nel campo che porta lo stesso nome e che ha una capacità prevista fino a 80mila tonnellate di minerale all’anno, e vale 48,4 milioni dollari.