Emissioni sukuk per l’Oman

57

OMAN – Mascate.  03/03/14. Secondo la Reuters, la Bank Muscat, il più grande finanziatore dell’Oman, intende creare obbligazioni islamiche per un importo pari a 500 milioni di rial o 1,3 miliardi dollari e prevede di condurre la prima edizione sukuk da una banca dell’Oman nel mese di settembre.

Fonte citata dalla Reuters un funzionario di banca. Sostanzialmente la banca cercherà l’approvazione degli azionisti per il suo programma di sukuk in una riunione del 19 marzo e l’approvazione dell’emanazione delle obbligazioni, e poi l’emanazione dovrebbe avvenire, successivamente come ha dichiarato al il Times of Oman Sulaiman Al Harthy, general manager del sistema bancario islamico. Tranche sukuk saranno di diverse scadenze e valute, alcuni saranno emessi sui mercati internazionali, e saranno utilizzati sia per i mercati pubblici che per quello dedicato ai privati, Harthy riferito alla testata dell’Oman. Il sukuk aiuterà a evitare eventuali squilibri tra attività e passività della banca ha aggiunto. L’emissione di sukuk è un ingrediente importante nello sviluppo di un settore bancario islamico in Oman, l’ultimo paese nel Consiglio di cooperazione del Golfo sei nazioni che non ha ancora applicato appieno le opportunità della sharia – compliant bancaria. Bank Muscat è una delle numerose banche tradizionali che offrono servizi basati sulle norme della finanza islamica attraverso unità autonome; due banche islamiche a pieno titolo hanno iniziato le operazioni lo scorso anno, Al Izz Islamic Bank e Bank Nizwa. Lo scorso novembre in Oman lo sviluppatore immobiliare Tilal in cooperazione con le banche ha venduto i primi sukuk del paese, piazzando 50 milioni di rial di obbligazioni attraverso contratti di cinque anni. Il governo dell’Oman ora sta emanando sukuk di stato. Secondo Harthy Bank Muscat vuole l’autorizzazione da parte degli azionisti per un altro programma sukuk del valore di 1.000 milioni di riyal sauditi o 265 milioni dollari dalla sua filiale saudita. Inoltre, Bank Muscat cercherà l’autorizzazione da parte degli azionisti per espandere il suo programma di Euro Medium Term Note del valore di 2 miliardi di dollari da 800 milioni dollari.