Nuova serie di incontri Aiea – Iran

46

IRAN – Teheran. Gli esperti dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) sono arrivati a Teheran il 13 febbraio, con la speranza di risolvere le differenze con l’Iran sul suo ​​controverso programma nucleare. Il 12 febbraio, prima di lasciare l’aeroporto di Vienna, Herman Nackaerts, vice direttore generale dell’Aiea, ha detto che: «Questa volta cercheremo di lavorare sodo per risolvere le differenze» L’obiettivo dell’agenzia «è quello di mettere a punto un documento di approccio strutturato» ha poi aggiunto.L’Aiea e l’Iran si sono incontrati due volte a dicembre 2012 e a gennaio 2013 per finalizzare un accordo sul programma nucleare, ma non sono riusciti a raggiungere un accordo. Sempre il 12 febbraio, il capo dell’Organizzazione iraniana dell’energia atomica (Aeoi) Fereidoon Abbasi ha detto che è necessario che i negoziati siano condotti «razionalmente» per evitare ambiguità che non consentirebbero di trovare soluzione. Nella stessa giornata, il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Ramin Mehmanparast, ha detto che il suo paese è pronto ad affrontare le preoccupazioni dell’Aiea su alcuni aspetti delle attività nucleari del paese, a condizione che i diritti nucleari dell’Iran siano riconosciuti sulla base del Trattato di non proliferazione nucleare (Tnp).