NUOVA GUERRA FREDDA. Washington vuole una linea rossa con Pechino

129

L’amministrazione Biden sta esaminando la possibilità di istituire una hotline di emergenza con il governo cinese simile al “telefono rosso” creato tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica durante la Guerra fredda, che ha permesso la comunicazione diretta con il Cremlino per evitare la guerra nucleare. Anche se l’idea è ancora nella fase iniziale e deve ancora essere formalmente presentata ai cinesi, l’amministrazione Biden vuole sviluppare uno strumento di comunicazione rapida che potrebbe essere piegato in uno sforzo più ampio per ridurre il rischio di conflitto tra gli Stati Uniti e la Cina, secondo un funzionario statunitense e un’altra fonte familiare con le prime conversazioni sul dispositivo.

Una linea diretta con Pechino permetterebbe al presidente Joe Biden, o agli alti funzionari del suo team di sicurezza nazionale, di inviare immediatamente telefonate o messaggi criptati al presidente Xi Jinping o a chi gli sta intorno. L’idea di istituire una hotline con Pechino risale almeno all’amministrazione Obama, anche se il concetto non era stato codificato in un memo di sicurezza nazionale classificato fino all’ultimo anno dell’amministrazione Trump, riporta Cnn.

L’amministrazione Biden ha continuato a perseguire l’idea, ma rimangono numerosi dettagli da risolvere, compreso il fatto che i cinesi sarebbero d’accordo ad usare il dispositivo. Ci sono stati a lungo problemi con l’assicurare risposte rapide da Pechino quando si tratta di questioni urgenti; la natura top-down del sistema politico cinese significa che la maggior parte dei contatti oltre l’impegno a livello di leader è disincentivato.

Una hotline simile alla Cina esiste già al Pentagono e dovrebbe essere usata esclusivamente per questioni militari, ma raramente lo è.

I funzionari del Dipartimento di Stato e del Consiglio di Sicurezza Nazionale stanno ancora lavorando su come il dispositivo possa funzionare tecnicamente. Il prossimo passo sarebbe sviluppare il concetto generale e lavorarlo nel piano dell’Amministrazione Biden per l’impegno con la Cina. Poi il dispositivo avrebbe bisogno dell’approvazione della Casa Bianca e dei funzionari cinesi prima di essere implementato.

Anche se il “telefono rosso” tra gli Stati Uniti e la Russia è stato visto come uno strumento utile che ha aumentato la comunicazione durante la Guerra fredda, la sua recente efficacia è discutibile.

Antonio Albanese