Chip sudcoreani nei tablet di Pyongyang

91

COREA DEL SUD – Seul 04/11/2015. Un tablet attualmente disponibile in Corea del Nord contiene un componente prodotto da una compagnia sudcoreana, lo ha annunciato un gruppo di “disertori” chiamato North Korea Intellectuals Solidarity.

Il capo dell’organizzazione Kim Heung-Kwang è un defezionista che fino al 2003, era professore di tecnologia informatica presso l’Università Hamhung della Corea del Nord, riporta Nk News. Kim ha smontato un tablet marca Ryonghung, per scoprire che contiene una memoria sudcoreana prodotta da Sk Hynix che ha sede a Icheon. I chip sudcoreani probabilmente sono lì, poiché la Corea del Nord ha importato l’intero circuito dalla Cina, ha detto Kim. L’azienda è uno dei più grandi produttori di semiconduttori al mondo ed è stata fondata dalla sudcoreana Hyundai Electronics. Non produce elettronica direttamente per il mercato consumer, vende solo ad altre aziende. Componenti simili sono utilizzati anche da colossi statunitensi come Apple. Il tablet è stata lanciato dalla Rpdc nel maggio 2013 e gli esperti ritengono siano probabilmente fabbricati in Cina.

CONDIVIDI
Articolo precedenteUber a Montevideo
Articolo successivoKerry ad Ashgabat