61 ragazze rapite in Nigeria

60

NIGERIA – Abuja. 24/06/14. I militanti hanno attaccato un villaggio nel nord-est nello stato del Borno, uccidendo decine di persone e sequestrando 60 ragazze e 31 ragazzi. Fonte Daily Sabah.

«Report della zona indicano che i ribelli hanno ucciso anche una trentina di persone e hanno distrutto le proprietà, milioni di naira, durante un attacco alla comunità», fonte NTA. Il Portavoce del governo Borno, Isa Gusau ha detto che non ha alcuna informazione circa l’incidente segnalato. Il 14 aprile, militanti di Boko Haram hanno rapito decine di studentesse in Chibok villaggio del Borno. Solo circa il 54 delle ragazze sono tornate, mentre le autorità dicono di 219 sono in mano ai rapitori. Il leader del gruppo Abubakar Shekau ha proposto di scambiare le ragazze per i militanti che sono nelle carceri nigeriane. Boko Haram, che significa “l’educazione occidentale è proibita” in lingua Hausa locale della Nigeria, è nata nel 2000 per protestare contro il governo e la corruzione. Il gruppo nel tempo è diventato violento, nel 2009 il loro leader è stato assasinato  mentre era in custodia della polizia. Nei cinque anni successivi, la setta è stata accusata di aver ucciso migliaia di persone, aver attaccato numerosi luoghi di culto e istituzioni governative.