Doppio attentato a Maiduguri

41

NIGERIA – Maiduguri 16/10/2015. Almeno 30 persone sono state uccise la sera del 14 ottobre in un doppio attentato suicida compiuto da Boko Haram, in una moschea a Maiduguri, nel nord-est della Nigeria.

Almeno 30 persone sono rimaste uccise ha annunciato la Nema, l’agenzia nazionale gestioni emergenze, il 15 ottobre. Trentadue persone, inoltre, sono rimaste ferite, tra cui sette gravi, ha detto il coordinatore del Nema, Mohammed Konar, aggiungendo che le vittime sono state collocate all’obitorio dell’ospedale principale di Maiduguri, capitale dello stato di Borno.
Maiduguri è la roccaforte di Boko Haram, sorto nel 2002, anno in cui il gruppo ha iniziato ad attaccare simboli dello Stato, edifici pubblici, stazioni di polizia e così via. Nel 2009, con la leadership di Abubakar Shekau, il gruppo è intensificato le sue azioni. Boko Haram, infatti, comincia a massacrare intere popolazioni nel nord e nel centro del paese. La città di Jos, nel centro del paese africano, è infatti stata a lungo il bersaglio del gruppo armato. Con l’assunzione del suo mandato presidenziale, nel maggio scorso, Muhammadu Buhari ha promesso di fare della lotta contro Boko Haram la sua priorità, ma per ora, il gruppo terroristico sembra sempre godere di avere un certo vantaggio. Gli eserciti di Ciad, Niger e Camerun stanno aiutando la Nigeria a porre fine all’organizzazione armata. Dal 2009, Boko Haram ha ucciso più di 17mila persone e costretto più di 2 milioni di persone a fuggire dal nord della Nigeria verso i paesi vicini.