NIGERIA. Finisce lo sciopero dei medici. Stop all’aumento del carburante

53

I medici della Nigeria terminano lo sciopero dopo i colloqui con i legislatori. Venerdì 11 agosto i medici in prima linea negli ospedali pubblici nigeriani hanno posto fine a uno sciopero di tre settimane per sollecitare un aumento di stipendio: a dirlo, il sindacato dei medici.

L’Associazione Nazionale dei Medici Residenti ha detto che la decisione di porre fine allo sciopero ha fatto seguito a “un incontro molto fruttuoso” con i legislatori, guidati dal presidente del Senato, Godswill Akpabio, nella capitale Abuja. «Dalla nostra interazione con il Presidente del Senato e dalla dimostrazione pratica che ha fatto davanti a noi oggi, siamo molto fiduciosi che ci sarà luce alla fine del tunnel», ha detto il presidente della NARD.

I medici sono stati i primi lavoratori del settore pubblico a scioperare dopo che i prezzi del carburante sono più che triplicati e le tariffe dei trasporti sono aumentate.

Lo sciopero dei medici in Nigeria è uno dei tanti sintomi di malcontento per via del rincaro dei prezzi dovuto all’aumento dell’inflazione, dovuto alla crisi monetaria.

Nuove accuse sono state presentate per esempio contro l’ex governatore della Banca centrale della Nigeria (CBN), Godwin ‘Emefiele in cerca di un capro espiatorio. I media locali hanno riferito che l’accusa ha cercato di ritirare il procedimento iniziale di possesso illegale di armi da fuoco per presentare 20 nuovi capi di accusa presso l’Alta corte federale di Abuja.

Il 25 luglio, l’ex capo della CBN è stato citato in tribunale e dichiarato “non colpevole” per i due capi di imputazione per possesso illegale di armi da fuoco e munizioni presentati contro di lui dal governo federale.

Un giudice gli ha concesso la libertà su cauzione in seguito alla sua richiesta il 25 luglio, nonostante le obiezioni dell’ufficio del procuratore generale. Il caso è stato aggiornato a novembre e all’inizio del processo a Emefiele. Tuttavia, è stato immediatamente nuovamente arrestato.

Nessun piano attuale per aumentare i prezzi del carburante in Nigeria, ha affermato il presidente del Paese

Il 17 agosto il presidente nigeriano Bola Tinubu ha assicurato ai cittadini che l’attuale prezzo della benzina rimarrà lo stesso in quanto non c’è «nessun piano per aumentare i prezzi del carburante in questo momento».

Ciò segue l’avvertimento di alcuni venditori di petrolio secondo cui il prezzo della benzina sarebbe aumentato ancora per la terza volta da quando il presidente ha ripreso l’incarico alla fine di maggio. Hanno detto che ciò è dovuto alla crisi valutaria della Nigeria.

Ma il portavoce del presidente, Ajuri Ngelale, ha detto che Tinubu e le parti interessate del settore sono convinte di poter mantenere i prezzi attuali senza «invertire la nostra politica di deregolamentazione, eliminando rapidamente le inefficienze esistenti nel settore petrolifero midstream e downstream».

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/