Nigeria, un fondo per tutelare gli investitori

30

Lagos, Nigeria – Venerdì è stato inaugurato dal suo presidente Gamalie Onosode il Fondo che tutelerà gli investimenti in Nigeria. Nove membri del consiglio di amministrazione (BOT) per il Fondo di Risparmio (IPF), che modererà le perdite subite dagli investitori nel mercato dei capitali della Nigeria.

«Con l’inaugurazione del BoT, abbiamo messo in moto un importante veicolo per la tutela degli investitori nel nostro mercato», ha riferito l’amministratore delegato della Borsa nigeriana Exchange (NSE), Oscar Onyema. «D’ora in poi, gli investitori hanno per statuto una via per ridurre le perdite che si soffrono a causa di fallimenti, insolvenza, negligenza o sbagliato da parte dei tecnici nostri», ha detto. Onyema ha esortato il BoT a cercare modi per modernizzare l’IPF in linea con le migliori pratiche globali, aumentare il quantum dei fondi disponibili in esso e creare linee guida chiare per compensare legittimi richiedenti. L’inaugurazione del consiglio di amministrazione è venuta cinque anni dopo la legge sugli investimenti e valori mobiliari che è entrato in vigore il 25 giugno 2007. Il capo di NSE ha esortato i membri ad attivarsi velocemente per gli investitori che vogliono trarre il massimo beneficio dal fondo. Secondo Onyema, «La tutela degli investitori è uno dei cinque pilastri su cui si fonda la nostra agenda di trasformazione, siamo molto lieti che gli investitori avranno questa fonte di soccorso in circostanze applicabili». I nove membri della IPF sono stati selezionati tra gli operatori dei mercati dei capitali, le autorità di regolamentazione e il rappresentante dell’associazione azionisti. Il fondo alla fine del 2011 possedeva circa 625 milioni di naira.