NICARAGUA. Mosca salda i legami con Managua e il Sud America

44

La visita di Nikolai Patrushev in Nicaragua è servita da palcoscenico al generale Julio Cesar Aviles, capo dell’esercito del Nicaragua, per attaccare verbalmente gli Stati Uniti e abbracciare la Russia, alle cui autorità ha chiesto di “rafforzare i legami di sicurezza e difenderci uniti dalle aggressioni degli Stati Uniti e dei loro alleati”.

Patrushev ha incontrato martedì 27 febbraio i delegati di Bolivia, Cuba, Nicaragua e Venezuela. L’incontro si è svolto a porte chiuse presso il centro congressi Olof Palme di Managua, riporta Confidencial.

“I presenti qui sono uniti dalla ferma determinazione di respingere e non accettare le imposizioni di nazioni come gli Stati Uniti, che sono stati aggressori nei nostri confronti nel corso della storia”, ha detto Aviles.

Secondo Aviles, da più di 13 anni consecutivi alla guida delle Forze Armate, “siamo stati e continuiamo ad essere attaccati da queste potenze egemoniche; siamo stati invasi, hanno intrapreso una guerra contro di noi e, nel tentativo di garantire i loro interessi egemonici, hanno promosso colpi di stato militari, colpi di stato, destabilizzazione dei governi, colpi di stato morbidi e rivoluzioni colorate”.

Aviles ha affermato che tali incontri con funzionari di alto rango come Patrushev sono necessari “per rafforzare i legami di sicurezza e difenderci uniti dalle aggressioni degli Stati Uniti e dei suoi alleati”.

Inoltre, secondo i media statali nicaraguensi, Aviles ha colto l’occasione per lamentarsi delle sanzioni statunitensi, di cui è già stato bersaglio. Il 22 maggio 2020, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti lo ha sanzionato per essersi rifiutato di disarmare i paramilitari che avevano attaccato la popolazione civile durante le proteste civiche del 2018.

“Con l’influenza dei media, promuovono brutali campagne diffamatorie, tutte con l’obiettivo di cercare di spezzarci e sconfiggerci, in modo che le nazioni guidate da leader con il sostegno popolare non abbiano la piena capacità di guidare il proprio destino senza interferenze straniere”, ha detto il generale nicaraguense.

Le denunce contro il giornalismo indipendente sono un tema ricorrente nelle dichiarazioni di Aviles dal settembre 2023. Alla fine di quel mese, durante un evento per l’anniversario dell’Esercito del Nicaragua, il generale ha lanciato un attacco virulento contro i media non governativi, che ha definito “parassiti”. e mercenari dell’informazione”.

Patrushev, che guida una grande delegazione del Consiglio di sicurezza russo, ha affermato che lo sviluppo di legami di amicizia con “partner chiave” in America Latina e nei Caraibi rimane una delle massime priorità di Mosca.

“L’importanza della vostra regione per il mondo, e soprattutto per la Russia, sta crescendo rapidamente. Sono i vostri paesi che sono in prima linea nella vera sovranità in America Latina e hanno pieno diritto sulla scena internazionale”, ha dichiarato il Segretario del Consiglio di Sicurezza russo al portale ufficiale nicaraguense El 19 Digital.

Patrushev ha affermato che la Russia deve sostenere la difesa della sovranità e dell’indipendenza, in particolare attraverso lo sviluppo e l’espansione dell’interazione nei settori della sicurezza e della cooperazione tecnico-militare con gli stati dell’America Latina “sotto la pressione degli Stati Uniti e dei suoi alleati”.

Il Segretario del Consiglio di Sicurezza russo ha anche sottolineato la necessità di unire gli sforzi degli stati latinoamericani per combattere congiuntamente una nuova ondata di colonialismo.

Ha indicato che l’obiettivo strategico della Russia è quello di creare un meccanismo di cooperazione multilaterale “attraverso il quale i nostri paesi non solo pianificheranno ma anche attueranno le misure approvate per rafforzare la sovranità dell’America Latina, elevare il suo status sulla scena internazionale e proteggerci dalle restrizioni occidentali”.

Ha denunciato che gli Stati Uniti utilizzano metodi aggressivi per rovesciare con la forza i governi che non li favoriscono, per esercitare pressioni politiche e contenere economicamente gli stati che dimostrano la loro indipendenza e autonomia.

Anna Lotti

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/