Nasce il fondo sovrano angolano

78

ANGOLA – Luanda. L’Angola ha deciso di dotarsi degli strumenti finanziari necessari per lo sviluppo infrastrutturale, e quindi sociale, del Paese. In effetti. È notizia recente che l’Angola ha deciso di creare un fondo sovrano per gli investimenti: il Fundo Soberano de Angola che inizialmente si doterà di 5 miliardi di dollari.

Il fondo nasce dai proibenti dello sviluppo nel settore petrolifero angolano che ha portato il Paese lusofono ad essere il secondo produttore di idrocarburi dopo la Nigeria. Nel 2011, il PIL dell’Angola è stato di 83,5 miliardi, in crescita del 3,5% rispetto all’anno precedente e le entrate legate allo sfruttamento delle risorse petrolifere rappresentavano circa il 40% delle entrate totali.

Secondo quanto indicato dal governo angolano, il nuovo fondo sovrano servirà come base economica per lo sviluppo del Paese. In particolare verrà utilizzato per gli investimenti nei settori delle infrastrutture, della finanza e della sanità al livello nazionale e internazionale.

L’iniziativa nasce due mesi dopo le elezioni presidenziali che hanno visto la rielezione di José Eduardo dos Santos, nonostante le accuse di frodi elettorali da parte dell’opposizione, e il mantenimento al potere del partito principale del Paese, il Movimento Popolare per la Liberazione dell’Angola – MPLA. L’idea iniziale della creazione del fondo è di tre uomini: Jose Filomeno dos Santos, figlio del Capo di Stato angolano, Hugo Miguel Evora Goncalves, ex-manager della Standard Bank of Angola e Armando Manuel, segretario agli affari economici della presidenza.