La NASA in Corea contro l’inquinamento atmosferico

191

COREA DEL SUD – Seul 20/05/2016. La Nasa sta effettuando una serie di missioni per combattere l’inquinamento atmosferico.

Il suo “laboratorio volante”, un Douglas DC-8, sta volando il territorio della Corea del Sud nella sua prima missione al di fuori degli Stati Uniti. Il velivolo ch era Nasa utilizza è operativo dal 1969 ed è stato modificato nel 1985 per valutare la qualità dell’aria. Scopo della missione è comprendere come l’inquinamento sia distribuito nel paese e come colpisca le persone, riporta la pagina Facebook dedicata dalla nasa a queste missioni.
Nove membri d’equipaggio, 36 scienziati, dotati di 25 dispositivi ad alta tecnologia all’interno dell’aereo, stanno facendo un volo di otto ore quasi tutti i giorni che copre quasi tutta la parte meridionale della penisola coreana. L’aereo vola come a soli 300 metri sopra il terreno e solo 150 metri sul livello del mare, un’esperienza intensa e rischiosa. L’aspetto particolare di questo progetto è che è la prima volta che il laboratorio vola al di fuori degli Stati Uniti, cosa che la Nasa ha cercato di fare per anni, ma non era mai riuscita a fare. La Corea del Sud produce circa 600 milioni di tonnellate di anidride carbonica all’anno, il che la rende il nono più grande inquinatore del mondo. Per aiutare a conoscere meglio l’inquinamento che colpisce il paese asiatico e combatterla, la missione Korus Aq continuerà la raccolta di campioni di aria e di dati fino alla fine di maggio.