Nagorno-Karabakh al G8

47

RUSSIA – Mosca. I presidenti di Russia, Stati Uniti, Vladimir Putin e Barack Obama, hanno in programma di firmare tre documenti all’interno dei negoziati al vertice del G8.

Tra di essi figura una dichiarazione congiunta dei presidenti di Russia, Stati Uniti e Francia sul problema del Nagorno-Karabakh, ad annunciarlo l’assistente del presidente russo, Yuri Ushakov, dalle colonne di RIA Novosti.

«Al 100 per cento posso dire con certezza che Obama, Putin e Hollande adotteranno una dichiarazione congiunta sul problema del Nagorno-Karabakh», ha detto Ushakov.

Azerbaigian e Armenia, dopo la guerra tra i due Paesi, hanno firmato un cessate il fuoco nel 1994. I co-presidenti del Gruppo di Minsk dell’Osce – Russia, Francia e Stati Uniti, stanno portando avanti i negoziati di pace.

Inoltre l’Armenia non ha ancora attuato quattro risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla questione.