Mosca censura i social dei giornalisti?

51

REGNO UNITO – Londra 26/11/2014. Un importante stazione radio di Mosca ha imposto delle regole censorie ai propri giornalisti che utilizzano i social media dopo un contrasto con l’editore Gazprom Media.

L’emittente radiofonica Э́хо Москвы́, (Eco di Mosca, nella foto il logo della radio), considerata come una delle poche radio “libere” della Russia ha accettato le nuove regole in una riunione di emergenza con l’editore, Gazprom Media appunto, la scorsa settimana.
Le nuove regole fanno parte di un accordo tra Mikhail Lisin, il vertice di Gazprom Media, e Alexei Venediktov, direttore della stazione. Non è chiaro ancora quanto saranno restrittive.
L’accordo arriva dopo uno scontro tra il management della radio e l’editore che aveva creato timori per la minaccia della chiusura dell’emittente. Le nuove regole saranno redatte da un comitato di cui faranno parte giornalisti della radio, rappresentanti del ministero delle Comunicazioni della Russia e del comitato dell’OSCE sulla libertà dei media, e riguarderanno tutti gli asset mediatici di proprietà di Gazprom Media.
Le nuove regole dovrebbero essere pronte entro il 25 dicembre.
L’Eco di Mosca è considerata come la valvola di sfogo per le critiche al governo.
Il nuovo clima politico sempre più aggressivo risultante dagli eventi ucraini ha sollevato il timore che i sostenitori della linea dura all’interno del governo possano cercare di porre fine all’indipendenza editoriale della stazione o anche chiuderla.