Mosca e Helsinki in AIIB

52

CINA – Pechino 31/03/2015. Scenari a sorpresa per la Asian Infrastructure Investment Bank.

La banca, a guida cinese, avrà come paesi fondatori numerosi paesi occidentali e orientali. La Finlandia e la Russia dovrebbero, ad esempio, diventare fondatori della Asian Infrastructure Investment Bank a metà di aprile, secondo quanto comunicato dal Consiglio di Stato cinese il 31 marzo.
Aiib è un’istituzione finanziaria internazionale, creata dalla Cina, e tesa ad investire in progetti infrastrutturali nella regione Asia-Pacifico. La legge che istituisce la banca, con un capitale sociale di 100 miliardi di dollari, è stato firmato da 21 paesi ad ottobre 2014.
«La Russia e la Finlandia dovrebbero diventare membri fondatori, rispettivamente, il 14 aprile e il 12 aprile se tutti i membri esistenti approveranno la loro richiesta» si legge nel sito web del Consiglio. Sia Mosca che Helsinki hanno fatto domanda di adesione ad Aiib il 30 marzo, un giorno prima della scadenza.
La banca ha 45 Stati membri e il 31 marzo è il termine ultimo per presentare le domande per diventare membro fondatore. La creazione di Aiib ha attirato numerosi paesi in tutto il mondo, tra cui Regno Unito, Australia, India e Arabia Saudita, Svizzera e Germania; mentre la Spagna attende ancora una risposta. Tra gli esclusi potrebbe esserci Taiwan, però. Secondo il portavoce del ministero degli Esteri, Hua Chunying: «Per quanto riguarda l’adesione di Taiwan, riteniamo che dovremmo evitare la presenza di “due Cine”».
Si tratta dell’ormai consueta posizione politica di Pechino che assertivamente ribadisce l’importanza della sua politica di “una sola Cina” e taglia corto sul coinvolgimento di Taiwan negli accordi internazionali, in quanto ritiene l’isola parte integrante del suo territorio, una parte che deve essere ancora ricongiunta. Poco prima, il portavoce presidenziale taiwanese Charles I-Hsin Chen aveva manifestato il desiderio di Taipei di aderire alla banca. Tra le prime risposte negative, ne alla richiesta di adesione, c’è quella della Corea del Nord.