MONGOLIA. Accordo strategico con Washington sui voli diretti

164

La Mongolia firmerà a breve un accordo sull’aviazione civile “Open Skies” con gli Stati Uniti e discuterà di altre questioni bilaterali come lo spazio e la cooperazione digitale.

Il vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha incontrato il primo ministro mongolo Luvsannamsrai Oyun-Erdene alla Casa Bianca mercoledì 2 agosto prima dei colloqui incentrati su Russia, Cina e sviluppo economico.

Il loro incontro a Washington è avvenuto mentre l’amministrazione Biden lavora per allentare le tensioni con il concorrente strategico cinese e mentre le relazioni degli Stati Uniti con la Russia non mostrano alcun segno di disgelo con la guerra in Ucraina che continua.

Harris ha sottolineato l’impegno dell’Amministrazione Biden a rafforzare i legami con la Mongolia e altre nazioni dell’Indo-Pacifico, con una grande attenzione alla lotta alla crisi climatica, al sostegno delle democrazie e dei diritti umani e alla gestione delle minacce all’ordine internazionale basato sulle regole.

Circondata dalla Russia a nord e dalla Cina a sud, la Mongolia ha coltivato alleati – come Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti – in una strategia diplomatica volta a rafforzare la propria indipendenza politica, ma la sua economia ha continuato a fare molto affidamento sui suoi due giganti vicini.

Washington ha accordi di aviazione civile Open Skies con oltre 130 paesi. Concedono alle compagnie aeree di entrambi i paesi il diritto di operare nei rispettivi paesi, liberalizzano la regolamentazione delle compagnie aeree e impongono standard di sicurezza e protezione.

L’accordo Open Skies tra Stati Uniti e Mongolia si baserà su un memorandum d’intesa per un accordo sul trasporto aereo raggiunto a gennaio.

La compagnia di bandiera della Mongolia, MIAT Mongolian Airlines, vola in Europa e in Asia, ma al momento non negli Stati Uniti. Anche se la domanda di passeggeri potrebbe non meritare voli diretti tra la capitale mongola, Ulaanbaatar, e gli Stati Uniti, l’accordo Open Skies fornirebbe anche opzioni più semplici per i voli cargo tra le nazioni.

Il nuovo accordo si affianca a nuove iniziative di scambio culturale, nonché alla formazione in lingua inglese in Mongolia dopo la recente legislazione che ha reso l’inglese la prima lingua straniera nell’istruzione secondaria del paese.

Ogni accordo ha lo scopo di dare al paese asiatico senza sbocco sul mare un’alternativa sostenuta da Washington per lo sviluppo economico, dove la corruzione ha a lungo scoraggiato gli investimenti stranieri.

La Mongolia, ricca di risorse, ha vasti depositi di minerali delle terre rare e rame, che sono materiali critici che scarseggiano mentre Biden cerca di rendere elettrico il mercato automobilistico nazionale.

Oyun-Erdene, che ha studiato negli Stati Uniti, ha affermato che i due paesi firmeranno anche accordi per approfondire la cooperazione nello spazio e rafforzare la loro cooperazione economica, con un occhio all’espansione del commercio, riporta AF.

Ha affermato che i voli diretti tra i due paesi inizieranno nel secondo trimestre del 2024, offrendo una “grande opportunità” per promuovere il commercio, il turismo, gli affari e gli investimenti.

“Spero che la storia registrerà la mia visita di questa settimana come l’inizio di un nuovo capitolo della nostra amicizia e del partenariato strategico”, ha affermato.

La Mongolia è in trattative con l’amministratore delegato di Tesla, Elon Musk, su possibili investimenti e cooperazione nel settore dei veicoli elettrici. SpaceX di Musk è stato anche autorizzato a operare come provider Internet nel paese.

Oyun-Erdene ha affermato che la Mongolia firmerà anche un importante accordo di cooperazione digitale con Google di Alphabet, ma non ha fornito dettagli.

Antonio Albanese

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/