MONDIALI 2030. Il Sudamerica reclama l’edizione del Centanario

92

Uruguay, Argentina, Paraguay e Cile hanno lanciato ufficialmente la loro candidatura per co-ospitare le finali dei Mondiali di calcio del 2030. Durante un evento al campo di addestramento della Federcalcio argentina a Ezeiza, alla periferia di Buenos Aires, i “dignitari” di tutti e quattro i paesi hanno dato l’annuncio.

«La FIFA deve venire a celebrare la Coppa del Mondo qui dove è nato il calcio e cioè nel 1930, quando pochi paesi osavano farlo», ha dichiarato il segretario allo sport dell’Uruguay, Sebastián Bauzá. «Nel 1930, lo Stadio del Centenario è stato costruito in nove mesi, in altri tempi, fatto da immigrati, ma ora l’Uruguay si unisce a questa sfida per fare una grande festa» ha aggiunto, ripreso da MercoPress.

«Il calcio deve tornare alla sua essenza. Il mondo del calcio deve saldare quel debito e quei 100 anni sono una buona misura perché tutto torni da dove è iniziato. Dovranno essere fatti investimenti, ma è un’opportunità per l’integrazione regionale, tutti quegli investimenti rimangono come parte dell’eredità. Si tratta di eventi ad alto impatto, che generano posti di lavoro, quindi è un’enorme opportunità», ha concordato il ministro del Turismo e dello Sport argentino Matías Lammens.

La finale del Mondiale 2030 si giocherà allo stadio del Centenario, è stato anche spiegato.

«Il Mondiale 2030 non è solo uno in più, merita una celebrazione con riconoscimento per i 100 anni (della prima edizione disputata in Uruguay),» ha affermato il paraguaiano Alejandro Domínguez, presidente della Conmebol. «Siamo convinti e la FIFA dovrebbe onorare la memoria di coloro che sono venuti prima di noi e hanno creduto nella grandezza e hanno fatto la prima Coppa del Mondo», ha insistito Dominguez.

La sede della Coppa del Mondo 2030 sarà annunciata al 74esimo Congresso FIFA nel 2024, due anni prima delle finali del 2026 che saranno co-ospitate da Stati Uniti, Messico e Canada.

L’idea di un’offerta congiunta per la Coppa del Mondo 2030 venne inizialmente da Uruguay e Argentina, finaliste della prima Coppa FIFA svoltasi nel 1930 a Montevideo.

L’Uruguay è stato il primo campione del mondo, con una vittoria per 4-2 sull’Argentina nella finale all’allora nuovissimo stadio Centenario. L’Argentina è il detentore del titolo dal Qatar 2022.

Nel frattempo, il presidente argentino Alberto Fernández ha suggerito su Twitter di aggiungere la Bolivia all’offerta. «Questa candidatura appartiene a tutto il continente. Pertanto, vorrei e proporrò che il nostro fratello, la Bolivia, faccia parte di questo sogno», ha scritto.

A contendersi con i quattro offerenti sudamericani saranno:

1. Spagna, Portogallo e Ucraina.

2. Arabia Saudita, Egitto e Grecia.

3. Marocco.

Tommaso Dal Passo

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/