Base missilistica russa in Kazakhstan

85

KAZAKHSTAN – Astana. 29/03/14. La testata “Izvestia”, il 28 marzo, citando il Ministero della Difesa della Russia ha riferito che il tribunale militare per lo stoccaggio di lungo raggio missili da crociera sarà situato a Totskoe-2 regione di Orenburg village, a 100 chilometri dal confine del Kazakistan.

«Ove necessario, d’intesa con il Governo Kazakhstan, i missili tattici potranno essere rapidamente spostati verso il territorio del paese (Kazahstana. -. ndr) – ha fornito documenti del Trattato di Sicurezza Collettiva Organization (CSTO) ». Izvestia ha detto: «Il complesso missilistico Range “Iskander-M” dovrà essere adottato dal missile brigata 92a nel villaggio Totskoe-2 – fino a un raggio di 500 km, con missili da crociera, F-500, per raggiungere circa 2.000 km. Totskii Of-2 complessi possono sparare fino ai confini meridionali e sud-orientali del Kazakistan. Secondo i rappresentanti del Ministero della Difesa russo, questi missili proteggono contro le minacce in Kazakistan, Kirghizistan, Uzbekistan, Tagikistan, Turkmenistan e Russia contro e le possibili minacce esterne. Un esperto militare di 71 anni il Maggiore Generale in pensione Erkin Musabaev rispondendo alle domande della testata Azattyq sulla portata dei missili ha riferito che secondo lui, la causa della preparazione del complesso missilistico russo “Iskander” in Kazakhstan è il frutto delle sanzioni occidentali in relazione alla situazione in Ucraina. «Dopo gli eventi in Ucraina e in Crimea, NATO ed i paesi occidentali hanno rifiutato di condividere le informazioni con la Russia. Ora la Russia è costretta a garantire autonomamente la sua sicurezza. Pertanto, la Russia ha deciso di dare vita alla base missilistica per il lancio dei razzi».
La caratteristica del sistema Musabaev “Iskander” è quella di essere in grado di lanciare due missili dallo stesso complesso. Il missile vola molto veloce e spara con un altro missile.
Secondo il colonnello della riserva 49enne, Sapara Myrzaeva, la Russia intende istituire questi missili per proteggersi da possibili estremismi e attacchi provenienti da Afghanistan e Pakistan. «La Russia ha esperienza in installazione di tali missili. In Cecenia per la difesa contro il terrorismo sono stati istituiti diversi missili. Ora i gruppi religiosi provenienti da Afghanistan e Pakistan rappresentano una minaccia per i paesi della CSI come il Kazakistan, Russia, Uzbekistan. Nessuno sa cosa faranno i vari gruppi estremisti. Pertanto, questi missili servono per proteggere la Russia e l’Asia centrale dalla minaccia del terrorismo» dice l’esperto militare.