Messico cresce il Pil ma troppi i fattori di incertezza

51

Gli analisti economici hanno certificato un tasso di di crescita del prodotto interno lordo (PIL) messicano nel 2012 sarà del 3.85 per cento, superiore alla media attesa di 3,75 per cento dello scorso agosto.

Mentre il tasso annuo di inflazione, alla fine di questo anno raggiungerà il 4,15 per cento, dati di una ricerca voluta dalla Banca del Messico (Banxico). Purtroppo nonostante il buon andamento economico del Paese ci sono molti fattori che potrebbero minare la crescita: la debolezza sui mercati esteri e dell’economia globale, l’instabilità finanziaria internazionale, l’assenza di cambiamento strutturale in Messico e problemi di sicurezza pubblica. Gli economisti stimano che nel terzo e quarto trimestre di quest’anno, gli incrementi annui del PIL reale saranno  rispettivamente del 3,64 e 3,34 per cento. Per quanto riguarda le previsioni per il 2012 tassi di crescita annuali dei beni al consumo è fissata al 3,97 per cento e gli investimenti del settore privato la crescita ammonta al 6,9 per cento. La banca centrale del Messico ha detto che gli analisti prevedono sempre nel 2012, un aumento dei posti di lavoro paria 643.000. Su anche i salari, salariali, prevista una crescita del 4,38-4,39 per i mesi di ottobre e di novembre di quest’anno.