Blue Sea Land: dal B2B il partenariato internazionale che funziona

62

ITALIA – Mazara del Vallo 14/10/2103. Un successo la sessione di lavori dedicata al B2B.

Circa trecento incontri tra i cinquanta produttori locali e meridionali ed i 20 buyers provenienti da Gran Bretagna, Svezia, Danimarca, Francia, Russia Cina, Giordania, Yemen Usa e Maldive. Sono i numeri che emergono dalle trattative commerciali tra operatori economici e stranieri nell’ambito del “Blue Sea Land”, manifestazione che ha chiuso ieri i battenti e che ha visto i fari del mondo puntati sulla città di Mazara del Vallo dall’11 al 13 ottobre. I prodotti più richiesti dagli operatori stranieri sono stati vino, olio di oliva, prodotti caseari, prodotti ittici, pasticceria, pasta. Trattate anche le produzioni dell’industria edile e dell’impiantistica. Tra uno scambio di battute, tra un incontro e l’altro per dare seguito agli scambi commerciali, si può dire che per i produttori italiani è stata una grande occasione quella di aver conosciuto i buyers provenienti da tutto il mondo. Tra buyers e produttori si è instaurato un rapporto fatto di sorrisi e strette di mano, inviti agli stand per assaggi e degustazioni. Gli incontri B2B hanno rappresentato l’evento sorpresa della Blue Sea Land, con la nascita di grandi partnership per l’Italia con Yemen, Maldive, Russia, Giordania, Cina e Inghilterra.