Mauritania – Ue, MOU pesca in vista

49

UNIONE EUROPEA – Bruxelles. 03/08/14. Mauritania e Unione europea stanno cercando di salvare l’accordo di pesca. Entrambe le parti hanno raggiunto un compromesso per consentire alle navi che hanno iniziato a pescare dopo l’adozione da parte del Parlamento europeo dell’accordo, fino a un massimo di 24 mesi oltre la scadenza dell’accordo. Queste navi sono quelle per la pesca ai gamberetti. Fonte saharamedias.net.

Sono 30 le navi in questione, mentre altre navi che pescano tonno e specie demersali, più di 40, sono andate in pensione.
Grazie a questo accordo, entrambe le parti sentono di avere più tempo per i negoziati e per il rinnovo degli accordi per la pesca pesca marittima tra la Mauritania e l’Unione europea.
Il capo negoziatore, del terzo giro di appuntamenti, è stato Cheikh Ould Baye, consigliere al Ministero della pesca che ha tra le cariche quella di attività di sorveglianza marittima della pesca. Dal lato europeo il capo dei negoziatori è Roberto Sazari, presidente del l’unità accordi bilaterali e il monitoraggio delle attività di pesca in acque internazionali con la direzione generale della Pesca della Commissione Europea, che ha firmato questo MOU.