MAR CINESE MERIDIONALE. La corsa agli armamenti cinese è simile a quella tedesca del 1913

188

Il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense ha messo in guardia la Cina contro qualsiasi tentativo di prendere Taiwan con la forza, dicendo che gli sbarchi anfibi erano notoriamente difficili e che c’era molta ambiguità su come gli Stati Uniti avrebbero risposto.

Robert O’Brien, parlando all’Università del Nevada di Las Vegas, e ripreso da Scmp, ha detto che la Cina era impegnata in un massiccio sviluppo navale simile a quello tedesco rispetto a quello inglese nel periodo antecedente al Prima guerra mondiale: «Una parte di ciò consiste nel dare loro la possibilità di respingerci fuori dal Pacifico occidentale, e permettere loro di impegnarsi in uno sbarco anfibio a Taiwan (…) Il problema è che gli sbarchi anfibi sono notoriamente difficili», ha aggiunto O’Brien, indicando la distanza di 160 km tra la Cina e Taiwan e la scarsità di spiagge di sbarco sull’isola.

«Non è un compito facile, e c’è anche molta ambiguità su ciò che gli Stati Uniti potrebbero fare in risposta a un attacco della Cina a Taiwan», ha poi aggiunto. O’Brien si riferiva a una politica statunitense di “ambiguità strategica” sulla questione se sarebbe intervenuto per proteggere Taiwan.

Gli Stati Uniti sono tenuti per legge a fornire a Taiwan i mezzi per difendersi, ma non hanno chiarito se interverrebbero militarmente in caso di un attacco cinese, cosa che probabilmente porterebbe a un conflitto molto più ampio con Pechino.

Le parole di O’Brien arrivano in un momento in cui la Cina ha notevolmente intensificato l’attività militare nei pressi di Taiwan e in cui le relazioni Usa-Cina sono al punto più basso degli ultimi decenni in vista della rielezione del presidente Donald Trump il 3 novembre.

O’Brien ha ripetuto l’appello degli Stati Uniti a Taiwan di spendere di più per la propria difesa e di realizzare riforme militari per far capire alla Cina i rischi di un tentativo di invasione.

Il ministero della difesa di Taiwan, riporta Reuters, ha affermato che si «adopererà per un budget adeguato» in accordo con le sue esigenze per costruire una solida forza di difesa nazionale.

Maddalena Ingrao