MAR CINESE MERIDIONALE. Gli USA reagiscono all’assertività di Pechino inviando incrociatori

204

Gli Stati Uniti hanno inviato una nave d’assalto anfibia e un incrociatore lanciamissili sul sito dove si trova una nave cinese in acque malesi, segnalando il sostegno di Washington per gli altri paesi della regione, mentre la Cina sta cercando di allargare la sua presenza traendo vantaggio dalla pandemia.

Le immagini satellitari fornite dall’Unione Europea confermano che la Uss America si trova a meno di 60 miglia nautiche dalla West Capella, una nave da esplorazione petrolifera con contratto malese; ha confermato la Us Navy. Nelle immediate vicinanze si trovano una serie di navi da pattugliamento cinesi, la guardia costiera e le navi della milizia marittima. La nave cinese, chiamata Hai Yang Di Zhi 8, è arrivata in acque malesi il 16 aprile e sta attualmente ispezionando un’area all’interno della zona economica esclusiva della Malesia, tra la West Capella e la costa malese, riporta Radio Free Asia.

A partire dal 21 aprile, l’Hai Yang Di Zhi 8 si trovava a circa 180 miglia nautiche dalla costa malese – ma a sole 100 miglia nautiche dalle Luconia Shoals, che sono rivendicate sia dalla Cina che dalla Malesia nella parte più meridionale del Mar Cinese Meridionale. Il 17 aprile, l’Hai Yang Di Zhi 8 si trovava a meno di 200 miglia nautiche dall’isola di Natuna in Indonesia.

Il software per il tracciamento delle navi mostra che il rilevamento viene effettuato in maniera continuativa su un’area larga circa 150 miglia nautiche e sempre più vicina allo stato del Sarawak in Malesia. La scorsa settimana la guardia costiera malese ha confermato che la nave cinese si trovava in acque malesi.

Il Comandante del Expeditionary Strike Group della USS America ha detto che le sue forze hanno interagito con le forze navali cinesi nel Mar Cinese Meridionale questa settimana. «Tutte le nostre interazioni con loro continuano ad essere sicure e professionali», ha detto il Contrammiraglio Fred Kacher a Reuters.

La Cina ha detto che l’Hai Yang Di Zhi 8 sta conducendo le normali attività e ha accusato gli Usa di diffamare Pechino dando seguito alle dichiarazioni del Dipartimento di Stato e della Difesa Usa fortemente critiche nei confronti delle recenti attività della Cina nel Mar Cinese Meridionale, in particolare in merito all’affondamento il 2 aprile di un peschereccio vietnamita in uno scontro con una nave della Guardia Costiera cinese. Il Dipartimento di Stato ha accusato la Cina di sfruttare la distrazione delle nazioni per il Covid-19 per espandere le sue rivendicazioni illegali nel Mar Cinese Meridionale.

L’Hai Yang Di Zhi 8 è attualmente accompagnato da navi della Guardia Costiera cinese e della Milizia Marittima delle Forze Armate del Popolo. Due navi CCG, la Zhongguohaijing 4203 e la 1105, stanno navigando a fianco della Hai Yang e stanno affiancando le navi di rifornimento che supportano la West Capella, secondo il software di tracciamento delle navi. Un’altra nave CCG, la Haijing 5203, naviga dal 1° aprile dentro e intorno alle Luconia Shoals.

Antonio Albanese