MAR BALTICO. Aperta l’esercitazione NATO: test per il blocco dei russi 

104
Screenshot

Il Wasp Amphibious Ready Group e i suoi 4.500 marinai e marines imbarcati si sono schierati in Europa per l’esercitazione Nato Baltops 2024.

Guidato dalla nave d’assalto anfibia Wasp, il gruppo comprende la nave portuale da trasporto anfibio New York, la nave da sbarco portuale Oak Hill e i Marines della 24a Unità di Spedizione dei Marines, che è in grado di condurre operazioni speciali. Il gruppo è stato certificato per lo schieramento a seguito di un’esercitazione di addestramento il mese scorso, riporta Navy Times.

Operando nelle acque europee della 6a flotta statunitense, Wasp, New York e i suoi Marines imbarcati stanno partecipando, infatti, all’esercitazione multinazionale Baltops 24 questa settimana.

L’esercitazione si concentra sulla regione baltica e fa anche parte della serie di eventi di esercitazione globale su larga scala del Dipartimento della Difesa Usa, che cercano di promuovere una maggiore cooperazione con gli alleati.

La 53a edizione della Baltic Operations 2024 riunisce venti alleati della NATO, oltre 50 navi, dozzine di aerei e un insieme di quasi 9.000 uomini nel Mar Baltico, riporta il sito StrikforNato.

Dal 7 al 20 giugno, l’esercitazione marittima metterà alla prova le capacità alleate in mare, in aria e lungo la frastagliata costa baltica.

Le nazioni partecipanti includono Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Svezia, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti. 

L’edizione di quest’anno è particolarmente degna di nota in quanto segna la prima partecipazione della Svezia come membro a pieno titolo della Nato, dopo oltre un decennio di impegno dedicato a Baltops.

La regione del Mar Baltico riveste un’enorme importanza strategica, fungendo da snodo fondamentale per il commercio, le rotte energetiche e la sicurezza regionale. Baltops 24 è dedicato alla salvaguardia della libertà di navigazione. Garantendo il libero flusso del commercio e delle risorse, l’operazione sostiene la stabilità economica e di sicurezza dell’Alleanza.

Baltops proverà l’interoperabilità alleata in mare, fungendo da laboratorio dinamico progettato per migliorare le impareggiabili capacità di attacco marittimo della Nato. 

L’esercitazione comprenderà una vasta gamma di operazioni, tra cui manovre anfibie, artiglieria aerea e navale, guerra antisommergibile, difesa aerea, sminamento, eliminazione di ordigni esplosivi ed esercitazioni su veicoli subacquei e di superficie senza pilota, insieme a scenari di risposta medica.

Anche se è guidato dalle forze navali statunitensi Europa-Africa e dalla sesta flotta statunitense, Baltops 24 sarà comandato e controllato dalle forze navali di attacco e supporto della Nato, con sede a Oeiras, in Portogallo. 

Il quartier generale di StrikforNato ospita infatti un consistente gruppo di ufficiali di collegamento di ciascuna nazione partecipante, promuovendo la collaborazione all’interno del centro di controllo dell’esercitazione.

Luigi Medici 

Segui i nostri aggiornamenti su Spigolature geopolitiche: https://t.me/agc_NW e sul nostro blog Le Spigolature di AGCNEWS: https://spigolatureagcnews.blogspot.com/