MALDIVE. Gli USA aprono l’ambasciata a Malè contro la presenza cinese

61

Gli Stati Uniti stanno aprendo un’ambasciata alle Maldive per rafforzare la cooperazione economica e di sicurezza, dopo 50 anni che le due nazioni hanno stabilito legami diplomatici. La mossa riflette «la continua crescita delle relazioni tra gli Stati Uniti e le Maldive e sottolinea l’incrollabile impegno degli Stati Uniti nei confronti delle Maldive e della regione indopacifica», ha detto il segretario di Stato americano Mike Pompeo dopo i suoi incontri alle Maldive con il presidente Ibrahim Mohamed Solih e il ministro degli Esteri Abdulla Shahid.

L’ultima mossa, riporta VoA, è vista come parte della spinta di Washington per un Indo-Pacifico libero e aperto per frenare l’influenza di Pechino nella regione. Gli Stati Uniti non hanno attualmente un consolato o un’ambasciata alle Maldive, ma gestiscono un centro americano a Malé. L’ambasciatore statunitense e il personale dell’ambasciata nello Sri Lanka sono accreditati alle Maldive e visitano regolarmente l’arcipelago dell’isola.

Il viaggio di Pompeo nella nazione dell’Asia meridionale avviene dopo che gli Stati Uniti e le Maldive hanno firmato un accordo di difesa il 10 settembre per «approfondire l’impegno e la cooperazione» nella pace e nella sicurezza dell’Oceano Indiano, secondo il Dipartimento di Stato. L’India, storicamente scettica della presenza militare straniera vicino ai suoi confini, si è detta d’accordo, dicono gli Usa.

Negli ultimi anni, le unità navali statunitensi hanno fatto regolarmente scalo alle Maldive. La nazione delle isole ha fornito sostegno agli sforzi degli Stati Uniti per combattere il terrorismo e il finanziamento del terrorismo.

Gli Stati Uniti hanno fornito 2 milioni di dollari in assistenza alle Maldive per il recupero dalla pandemia. Washington ha anche promesso milioni di dollari in sostegno economico per rafforzare la trasparenza fiscale, la sicurezza marittima e l’antiterrorismo delle Maldive. Gli Stati Uniti hanno stabilito relazioni diplomatiche con le Maldive nel 1966 dopo la loro indipendenza dalla Gran Bretagna.

Maddalena Ingrao