Lituania incerta sulla tassa sulle transazioni finanziarie

49

LITUANIA – Vilnius. Il primo ministro Algirdas Butkevicius ha riferito alla stampa che la Lituania sta ancora pensando se approvare la controversa tassa sulle transazioni finanziarie (FTT). 

 

«La Commissione europea presenterà le proposte relative alle operazioni finanziarie fiscali al Consiglio europeo nel mese di febbraio e la Lituania sta raccogliendo informazioni e materiali. Le discussioni sono ancora aperte», ha riferito il portavoce del Primo Ministro, Evelina Butkute Lazdauskiene. Riferendo che Algirdas BUTKEVIČIUS ha incontrato il commissario UE per la fiscalità e l’unione doganale, l’audit e la lotta antifrode Algirdas Semeta.

Butkevicius e Semeta hanno parlato di politiche finanziarie tra cui l’adozione dell’euro per la Lituania nel 2015. Il Primo Ministro Primo Ministro Lituano ha anche affermato di voler costituire un gruppo di lavoro incaricato di riorganizzazione il sistema fiscale della repubblica baltica. Sul tavolo dell’Europa il problema dell’evasione fiscale e frode fiscale in Lituania.

Stasys Kropas, il presidente dell’Associazione delle banche lituane, ha dettoche l’imposta potrebbe essere irrilevante per il bilancio dello Stato ma comunque è bene essere avere informazioni più dettagliate sul prelievo. 

Nel frattempo, il NASDAQ OMX Vilnius Stock Exchange ha stimato che le entrate di questa tassa raggiungerà circa 4 milioni di litas (EUR 1,16 milioni) all’anno.